Gnocchi di semolino di riso alla romana

Gnocchi di semolino di riso alla romana gluten free

La ricetta scelta per voi quest’oggi è quella degli gnocchi di semolino di riso alla romana, fantastico primo piatto della tradizione laziale, che richiede un po’di tempo nella preparazione ma che è assolutamente da sperimentare. Vediamo insieme, quindi, come si realizza questa pietanza.

Gnocchi di semolino di riso alla romana, ingredienti:

250 g di semolino di riso
1 litro di latte
100 g di parmigiano grattugiato
100 g di burro + una piccola quantità per la pirofila
2 tuorli d’uovo
sale quanto basta

Gnocchi di semolino di riso alla romana, preparazione:

Versare il latte in una casseruola, unire un pizzico di sale e portare ad ebollizione; versare, quindi, a pioggia il semolino, abbassare la fiamma e girare in continuazione con il cucchiaio di legno affinché non si formino grumi; lasciare cuocere per circa 10 minuti. Il composto tenderà a diventare molto sodo e si dovrà rigirarlo bene affinché non si attacchi al tegame.
Togliere la casseruola dal fuoco, aggiungere, sempre rigirando energicamente, metà del burro a disposizione, trenta grammi di formaggio grattugiato e, uno per volta, i tuorli d’uovo.
Quando tutto sarà bene amalgamato, rovesciare il composto sul piano di cucina inumidito con acqua fredda, oppure su un vassoio largo e piatto e stenderlo con una spatola inumidita, sino ad ottenere lo spessore di un centimetro.
Lasciare riposare il semolino per due ore, fino a che sarà completamente freddo e rassodato, quindi tagliarlo a piacimento a rombi o a quadrati di circa quattro centimetri di lato. Imburrare la pirofila e disporre i pezzi a file, leggermente sovrapposti gli uni agli altri. Mettere sopra alle file il burro rimasto a pezzetti e coprire di parmigiano grattugiato.
Porre la pirofila in forno caldo, fino a che la superficie sarà leggermente dorata. Servire subito nello stesso recipiente.

N.B. In molte zone del Lazio, gli gnocchi si tagliano in forma rotonda, servendosi del bordo di un bicchierino inumidito in acqua. In questo caso si hanno molti ritagli di composto che possono essere utilizzati sistemandoli al centro del primo strato nella pirofila, in modo che si confondano con gli gnocchi rotondi. Voletendo, è possibile anche disporre gli gnocchi a piramide.

Nel darvi appuntamento alla prossima ricetta, vi auguro buon appetito!

About Tatiana Cipollini
ventiseienne toscana, amante di serie tv, musica e cucina!

1 Trackbacks & Pingbacks

  1. Minestra al semolino di riso: una bontà tutta da gustare! - Ricette Senza Glutine

Che ne pensi? Scrivi la tua opinione